Modificato il D.Lgs. 231/01


minlavoroUna importante novita’ in materia di responsabilita’ amministrativa degli enti e’ stata introdotta con l’articolo 15 comma 7 lettera c del DDL Sviluppo così come approvato dal Senato.

La disposizione aggiunge al decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 l’articolo 25-octies dedicato alla contraffazione e alla violazione del diritto d’autore, con il quale si stabilisce che all’azienda verranno inflitte sanzioni qualora si verifichi la “commissione dei delitti previsti dagli articoli 171, primo comma, lettera a-bis), e terzo comma, 171-bis, 171-ter, 171-septies e 171-octies della legge 22 aprile 1941, n. 633″.

Con questa previsione si rende necessario per le aziende a vigilare sulle proprie strutture: qualora un dipendente abusi dell’infrastruttura aziendale per condividere in maniera illecita dei contenuti protetti dal diritto d’autore, anche l’azienda stessa dovrebbe rispondere delle violazioni.

Le aggiunte al decreto legislativo n.231 del 2001 (introdotti dagli articoli 171bis e 171ter della legge n. 633 del 1941) attribuiscono una responsabilità amministrativa specifica a persona giuridica pubblica o privata qualora i reati siano stati commessi nell’interesse o vantaggio del medesimo anche da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione o direzione o anche unità organizzative autonome, nonché da persone che esercitano, anche di fatto, gestione e controllo. D’ora in avanti una società potrà essere condannata - oltre che in sede civile con le sanzioni del risarcimento del danno e dell’inibitoria - anche in sede penale, anche se con sanzioni amministrative, fino a circa 775.000 euro, e interdittive: per esempio con la sospensione dell’autorizzazione o il divieto di pubblicizzare i prodotti fino a un anno.

, , , ,

I commenti sono chiusi.

Il sito della SGST S.r.l. e quello correlato della sua Piattaforma Corsi multimediali (http://www.studiobernieri.com/mo) utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Pigiando il pulsante OK o semplicemente proseguendo nella navigazione sul nostro sito si acconsente all'utilizzo dei cookies e si accetta la relativa privacy policy.
Per maggiori informazioni sui cookies utilizzati e sulla privacy policy del sito fare click qui: