ATTIVITÀ DI VIGILANZA DEL MINISTERO DEL LAVORO PER L’ANNO 2009


minlavoroIl Ministero del Lavoro ha diffuso il documento di programmazione dell’attività di vigilanza per l’anno 2009, che contiene le linee programmatiche dell’azione ispettiva che, abbandonate le impostazioni di carattere formale, sarà orientata a favore di un’azione di contrasto dei fenomeni di irregolarità che sul piano sostanziale rappresentano una lesione dei livelli di tutela delle condizioni dei lavoratori.

Al Ministero è apparso opportuno invitare le strutture territoriali ad approfondire la conoscenza dei rispettivi territori in modo da poter meglio individuare i fenomeni di maggiore rilevanza che alterano le corrette dinamiche del mercato del lavoro di livello locale.

Gli uffici territoriali saranno invitati a prediligere prioritariamente la definizione delle situazioni conflittuali mediante gli strumenti conciliativi rispetto al procedimento ispettivo. Gli istituti conciliativi quali la conciliazione monocratica e la diffida accertativa per crediti patrimoniali, infatti, garantiscono un’immediata risposta alle esigenze di tutela dei lavoratori interessati, anche di natura patrimoniale, indipendentemente dall’attivazione dell’azione ispettiva.

Nella logica di valorizzazione del ruolo della vigilanza, sarà promossa una più efficace attività di diffusione della cultura della legalità mediante la programmazione di specifiche azioni di prevenzione e promozione, con obiettivi sia di carattere divulgativo, che più propriamente informativo e di aggiornamento sulle principali novità in materia di tutela delle condizioni di lavoro.

La vigilanza sarà indirizzata su specifici obiettivi meritevoli di particolare attenzione e caratterizzati da fenomeni di rilevante impatto economico-sociale, quali:

  • il lavoro nero,
  • la sicurezza sui luoghi di lavoro,
  • la corretta qualificazione dei rapporti di lavoro,
  • il fenomeno delle false prestazioni nel settore agricolo,
  • la vigilanza in materia di appalti illeciti,
  • il lavoro irregolare degli stranieri,
  • i fenomeni di elusione contributiva,
  • il lavoro minorile,
  • l’inserimento lavorativo dei soggetti disabili,
  • la disciplina sulle pari opportunità.
Punti di attenzione Indirizzi
Appalti, somministrazione e distacchi Individuazione di eventuali ipotesi di somministrazione irregolare, abusiva o fraudolenta mediante accertamento sull’autenticità del contratto d’appalto e la corretta applicazione in favore del personale dipendente della disciplina normativa e contrattuale da parte di appaltatori e sub-appaltatori, nonché sull’individuazione degli pseudo lavoratori autonomi, con particolare riferimento al settore dell’edilizia.
Tipologie contrattuali Corretta applicazione di taluni istituti contrattuali non oggetto di certificazione, quali collaborazioni coordinate e continuative anche a progetto, associazioni in partecipazione e rapporti di lavoro flessibili.
Lavoratori extra-comunitari Evitare l’impiego irregolare di manodopera extra-comunitaria.
Lavoro minorile Monitorare il fenomeno concernente l’impiego di lavoratori minori anche mediante la collaborazione con i servizi sociali degli enti locali, gli istituti scolastici e le forze di polizia.
Soggetti disabili Verifica del corretto adempimento degli obblighi posti dalla L. n.68/99, con particolare attenzione alla copertura dell’aliquota obbligatoria.
Pari opportunità Verifica sull’esistenza di eventuali fenomeni discriminatori fondati sul sesso e sull’effettività della tutela delle lavoratrici madri.
Tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori Controllo delle condizioni di salute e sicurezza sui cantieri, nonché della regolarità dei rapporti di lavoro.

Verifica dei diversi regimi di orario di lavoro e della corretta applicazione della disciplina dei tempi di lavoro.

Risorse pubbliche Verifica del rispetto dei vincoli normativi e della corretta utilizzazione delle risorse pubbliche in favore dei soggetti deboli e delle categorie di lavoratori che sono stati esclusi dal mercato del lavoro, con particolare attenzione a coloro che fruiscono degli ammortizzatori sociali.

, , , ,

  1. Ancora nessun commento.

Devi essere loggato per inserire un commento.

  1. Ancora nessun trackback
Il sito della SGST S.r.l. e quello correlato della sua Piattaforma Corsi multimediali (http://www.studiobernieri.com/mo) utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Pigiando il pulsante OK o semplicemente proseguendo nella navigazione sul nostro sito si acconsente all'utilizzo dei cookies e si accetta la relativa privacy policy.
Per maggiori informazioni sui cookies utilizzati e sulla privacy policy del sito fare click qui: