Nuove modalità per la comunicazione dell’RLS all’INAIL


link_inail

Questo articolo è completato da un approfondimento più recente al seguente link: APPROFONDIMENTO

Una circolare dell’INAIL (Circolare n. 11 del 12 marzo 2009), sposta  il termine ultimo per l’invio all’Istituto del modello slitta di un mese e mezzo. L’operazione deve essere svolta mediante la nuova procedura online (o via fax).

L’art. 18, comma 1, lettera aa) del Decreto legislativo n. 81/2008 stabilisce: “Il datore di lavoro,… deve  comunicare annualmente all’INAIL i nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza” In caso di inosservanza è prevista una sanzione amministrativa pari a 500 Euro.

E’ quindi necessario per ogni impresa comunicare all’INAIL il nome del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. L’operazione dovrà essere realizzata via web, utilizzando il nuovo modello “Dichiarazione Rls” o, in alternativa, via fax al numero 800.657.657.

E’ inoltre stabilito un differimento dei termini che, secondo la circolare citata, slittano al 16 maggio 2009.

La procedura on-line sarà accessibile dal sito dell’Istituto attraverso Punto Cliente.

La comunicazione all’INAIL dovrà riferirsi ad ogni singola azienda, o unità produttiva in cui l’azienda è articolata, e andrà effettuata entro il 31 marzo di ogni anno. Solo per il 2009, poichè si tratta della prima applicazione di nuove norme e procedure, la scadenza è fissata al 16 maggio, e i nominativi trasmessi devono “fotografare” la situazione in essere al 31 dicembre 2008.

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (art. 47 del Testo Unico) è eletto o designato dai lavoratori: nelle aziende in cui tale designazione non sia stata effettuata, il datore di lavoro ovviamente non dovrà procedere ad alcuna comunicazione.

Per gli anni successivi, se non sono intervenute variazioni, l’azienda potrà semplicemente confermare la situazione già comunicata; diversamente, dovrà procedere ad una nuova segnalazione.

Gli interessati, dunque, devono andare sul sito dell’INAIL, selezionare - previa registrazione - l’area “Punto cliente” e, successivamente, cliccare sul modello “Dichiarazione Rls” (i consulenti del lavoro potranno sostituirsi ai datori nella comunicazione, secondo una procedura semplificata per i clienti già inseriti nella “delega” INAIL del professionista). Per chi non riuscisse a orientarsi all’interno del portale dell’Istituto, basta rivolgersi a qualsiasi sede per potere essere affiancato da un operatore.

I dati richiesti (CODICE FISCALE COGNOME NOME DATA INIZIO INCARICO dell’RLS) permetteranno, così, di individuare l’unità produttiva interessata, il nome del rappresentante per la sicurezza e la data a partire dalla quale è operativo l’incarico. Nel caso insorgessero inconvenienti durante l’inserimento telematico delle informazioni, si può chiedere direttamente il modello Rls all’INAIL o scaricarlo dal sito, e inviarlo al numero di fax 800.657.657.

Infine, chi avesse già provveduto spontaneamente alla comunicazione tramite posta o fax è tenuto a ripetere l’invio secondo le nuove procedure stabilite dalla circolare (in caso di inadempimento è prevista, secondo quanto stabilito dall’articolo 55 del Testo unico, una sanzione di 500 euro per ogni singola violazione).

La circolare è disponibile al seguente link:  Clicca qui

Modello per la comunicazione del nome dell’RLS via fax:  CLICCA QUI   modulo_rls via fax

Il manuale operativo per l’utilizzo della piattaforma puntocliente è disponibile al seguente link: Clicca Qui

Questo articolo è completato da un approfondimento più recente al seguente link: APPROFONDIMENTO

Breve riassunto operativo per la notifica:

  1. La comunicazione all’INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008.
  2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.
  3. Se gli RLS sono nominati (dai lavoratori) successivamente a tale data, non vanno inclusi nella comunicazione e saranno inclusi nella comunicazione del 2010.
  4. Se  gli RLS sono dimissionari, sostituiti, decaduti, ecc,  successivamente al 1/1/2009, ciò non ha alcun effetto sulla comunicazione da effettuare all’INAIL che rispecchia lo stato degli RLS al 31/12/2008.
  5. Se l’RLS era in carica durante il 2008 e si è dimesso anche solo il 25/12/2008, non va fatta alcuna comunicazione poichè risulta non essere in carica alla data del 31/12/2008.
  6. Solo l’azienda (in possesso delle proprie password per accedere all’area puntocliente dell’INAIL) o il consulente del lavoro al quale è stata data specifica delega, possono effettuare l’invio della comunicazione.
  7. Il modello via Fax può essere utilizzato solo per comprovate difficoltà tecniche relative al sito o di accesso all’area puntocliente.

, , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.