RSPP

RSPP corso di formazione

I corsi per RSPP sono di due tipologie a seconda che l’RSPP coincida con il datore di lavoro o sia delegato ad altro soggetto.

.

.

CORSO BASE E DI AGGIORNAMENTO PER DATORE DI LAVORO CHE ASSUME IN PRIMA PERSONA IL RUOLO DI RSPP (RSPP-DDL)

La SGST eroga corsi di formazione per DATORI DI LAVORO che desiderano assumere in prima persona il ruolo di RSPP.

I corsi sono conformi alla normativa vigente. Viene rilasciato un attestato con valore legale, abilitante all’assunzione del ruolo di RSPP.

Per consultare l’elenco dei corsi in calendario Cliccare QUI

D.Lgs 81/08  - Art. 34. Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai
rischi
1. Salvo che nei casi di cui all’articolo 31, comma 6, il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi, di primo soccorso, nonché di prevenzione incendi e di evacuazione, nelle ipotesi previste nell’allegato 2 dandone preventiva informazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ed alle condizioni di cui ai commi successivi.
2. Il datore di lavoro che intende svolgere i compiti di cui al comma 1, deve frequentare corsi di formazione, di durata minima di 16 ore e massima di 48 ore, adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di  lavoro e relativi alle attività lavorative, nel rispetto dei contenuti e delle articolazioni definiti mediante accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, entro il termine di dodici mesi dall’entrata in vigore del presente decreto legislativo. Fino alla pubblicazione dell’accordo di cui al periodo precedente, conserva validità la formazione effettuata ai sensi dell’articolo 3 del decreto ministeriale 16 gennaio 1997, il cui contenuto é riconosciuto dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano in sede di definizione dell’accordo di cui al periodo precedente.
3. Il datore di lavoro che svolge i compiti di cui al comma 1 é altresì tenuto a frequentare corsi di aggiornamento nel rispetto di quanto previsto nell’accordo di cui al precedente comma. L’obbligo di cui
al precedente periodo si applica anche a coloro che abbiano frequentato i corsi di cui all’articolo 3 del decreto ministeriale 16 gennaio 1997 e agli esonerati dalla frequenza dei corsi, ai sensi dell’articolo 95 del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626.

Sanzioni per il datore di lavoro e il dirigente
commi 1) e 2): arresto da quattro a otto mesi o con l’ammenda da 1.500 a 6.000 euro (art. 55 c. 4 l. d)
comma 3): arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 800 a 3.000 euro (art. 55 c. 4 l. a)

.

.

.

.

CORSI BASE (MODULI A - B - C) PER RSPP - non coincidente con il datore di lavoro - valido per dipendenti e consulenti

Questi corsi vengono erogati in modlaità personalizzate, anche per piccoli gruppi di RSPP e ASPP.

SOLO SU RICHIESTA - Per inviare una richiesta CLICCA QUI

Ad oggi, sono stati formati RSPP appartenenti a tutti i macrosettori ATECO.

Sono stati erogati i seguenti corsi di formazione per RSPP:

  • Corso Modulo A da 28 ore (per tutti i macrosettori)
  • Corso Modulo C da 24 ore (per tutti i macrosettori)
  • Corso Modulo B1 da 36 ore (per il macrosettore A Agricolutura)
  • Corso Modulo B2 da 36 ore (per il macrosettore B Pesca)
  • Corso Modulo B3 da 60 ore (per il macrosettore CA CB F  Edilizia Costruzioni Industria estrattiva )
  • Corso Modulo B4 da 48 ore (per il macrosettore DA DB DC DD DE DI DJ DK DL DM DN E O Industrie Alimentari, Tessili, Abbigliamento, Conciarie, Cuoio, Legno, Carta, Editoria, Stampa, Minerali non metalliferi e produzione, Metallurgia, Fabbricazione di prodotti in metallo, Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici Fabbricazione macchine apparecchi elettrici, elettronici, Autoveicoli, Mobili - Altre Industrie, Manifatturiere, Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua, Smaltimento rifiuti)
  • Corso Modulo B5 da 68 ore (per il macrosettore DF DG DH Industrie ad alto rischio, industria chimica, fibre, gomma, plastica)
  • Corso Modulo B6 da 24 ore (per il macrosettore G I Commercio ingrosso e dettaglio, Attività Artigianali, Trasporti, Magazzinaggi, Comunicazioni)
  • Corso Modulo B7 da 60 ore (per il macrosettore N Sanità Servizi sociali)
  • Corso Modulo B8 da 24 ore (per il macrosettore L M Pubblica Amministrazione e Istruzione)
  • Corso Modulo B9 da 12 ore (per il macrosettore H J K O P Q  Alberghi Ristoranti Assicurazioni Immobiliari Informatica Associazioni ricreative Culturali Sportive Servizi domestici - Terziario)

.

Ecco una tabella di sintesi che riassume la formazione richiesta agli RSPP

codici-ateco

Clicca per ingrandire

.

.

.

CORSO DI AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE PER RSPP

Gli obblighi di formazione per gli  RSPP e ASPP comprendono, oltre ai Moduli A, B e C, anche un  determinato numero di ore di formazione ogni 5 anni.
Il monte ore di aggiornamenti varia in base al ruolo e al macrosettore di attività.

Durata degli aggiornamenti quinquennali:
A. 28 ore per gli ASPP di tutti i macrosettori di attività
B. 40 ore per gli RSPP dei macrosettori di attività 1 - 2 - 6 - 8 - 9
C. 60 ore per gli RSPP dei macrosettori di attività 3 - 4 - 5 - 7
D. 100 ore per gli RSPP che ricoprono il ruolo sia nei macrosettori 1-2-6-8-9, sia 3-4-5-7.

Il monte ore complessivo di aggiornamenti può essere distribuito nell’arco di 5 anni. Il quinquennio decorre dalla conclusione del percorso costituito dai Moduli A, B e C e dunque al più tardi dal 14 febbraio 2008.
Gli RSPP che si sono avvalsi della facoltà di esonero dai Moduli A e B, aventi i requisiti di anzianità di incarico,   devono completare il 20% delle ore di aggiornamento entro il 14 febbraio 2008.

.

.

SANZIONI

Per tutti gli RSPP e gli ASPP, il mancato aggiornamento della formazione comporta la decadenza dell’incarico con l’applicazione delle seguenti sanzioni in capo al datore di lavoro:

1) Mancata designazione di un R.S.P.P. o RSPP dipendente, mancanza delle capacità e dei requisiti imposti=  sanzione PENALE prevista all’art. 55 del D.Lgs 81/08 in capo al datore di lavoro: arresto fino a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 euro.
2) 231/01 - sanzione per l’azienda da 250.000 a 1.500.000 euro per illeciti commessi dal soggetto apicale, in caso di infortuni con lesioni gravi o superiori