Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-settings.php on line 512 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-settings.php on line 527 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-settings.php on line 534 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-settings.php on line 570 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-includes/query.php on line 61 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.studiobernieri.com/home/wp/wp-includes/theme.php on line 1109 Web | SGST srl - Sicurezza del lavoro - Privacy - Formazione - Part 2

Posts Tagged web

31a conferenza dei Garanti e DOCUMENTO CONDIVISO

aepd_logo_engSi è conclusa oggi Madrid la 31a conferenza internazionale dei Garanti per la Protezione dei dati personali.

L’evento riveste una particolare importanza specialmente peri temi trattati.

Il motto dell’evento testimonia l’obiettivo principale della conferenza di quest’anno: pensare oggi al futuro, regolamentando e ponendo le basi per garantire la libertà di domani.  Privacy: Today is Tomorrow

Il risultato finale della conferenza è stato l’approvazione del primo pacchetto di regole standard di protezione dei dati personali su internet condivise a livello internazionale. CLICCA QUI PER SCARICARE IL DOCUMENTO (es)

Le norme, ratificate dal vertice mondiale dei garanti della privacy, pur non avendo forza cogente e vincolante per i governi, costituiscono una forte pressione affinché le autorità dei vari paesi provvedano a una regolamentazione armonizzata e coerente.logopryvacycon09b

Il Garante Privacy Italiano Francesco Pizzetti ha sottolineato con particolare enfasi l’importanza di questo documento: “per la prima volta è un documento condiviso da tutti“.

Il documento è largamente ispirato alla direttiva Ue del 1995 e  prevede che i provider garantiscano l’accuratezza, la confidenzialità e la sicurezza dei dati, oltre all’obbligo di garantire il rispetto di questi standard nei trasferimenti internazionali. i contenuti del documento sono inoltre di particolare interesse per gli amministratori di sistema, chiamati ad una serie di nuovi adempimenti in scadenza il 15 Dicembre

Il sito della conferenza è liberamente accessibile al seguente indirizzo: http://www.privacyconference2009.org

Aggiornamento del 17/11/09 - dalla Newsletter del Garante Privacy:
Le Autorità Garanti per la protezione dei dati personali di 50 Paesi, riunite a Madrid per la 31ma Conferenza internazionale, hanno approvato lo scorso 6 novembre un’importante risoluzione in materia di standard  internazionali che contiene un primo pacchetto di regole e principi condivisi a livello mondiale.
Come ha affermato Francesco Pizzetti, presidente dell’Autorità italiana, la risoluzione “consiste in una serie di prescrizioni a tutela della protezione dei dati dei cittadini che, muovendo da un impianto simile  a quello della Direttiva europea, definisce principi generali in modo tale che possano essere accettati anche da Autorità di altri Paesi con una diversa cultura della protezione dei dati”. “Oggi - ha proseguito Pizzetti - la protezione dei dati o è globale o non è”. Attraverso gli standard vengono definiti una serie di
principi, diritti, obblighi e meccanismi procedurali che devono rappresentare l’obiettivo di qualunque ordinamento giuridico in tema di privacy e protezione dei dati, nel settore pubblico e in quello privato.
Ecco in sintesi i principi condivisi che ciascun ordinamento è chiamato ad assicurare.

  • Liceità, correttezza e proporzionalità del trattamento di dati personali;
  • rispetto del principio di finalità;
  • trasparenza dei trattamenti; qualità e sicurezza dei dati;
  • salvaguardia dei diritti di accesso, rettifica, cancellazione e opposizione da parte degli interessati;
  • responsabilità del titolare anche per i trattamenti affidati a soggetti esterni;
  • rafforzamento delle tutele per i dati sensibili;
  • obbligo di assicurare il rispetto di questi standard nei trasferimenti internazionali di dati;
  • garanzia di un controllo indipendente affidato ad autorità autonome ed imparziali provviste di adeguati poteri e risorse;
  • potenziamento di approcci proattivi e preventivi basati sull’impiego di tecnologie, su valutazioni preventive di impatto-privacy, su controlli di qualità.

Secondo la Risoluzione, gli standard potranno costituire un’utile base di partenza per promuovere l’ulteriore armonizzazione delle garanzie in materia di privacy, soprattutto per quanto riguarda i flussi internazionali di dati.

Tra le altre significative risoluzioni approvate dalla Conferenza figurano quella sulla tutela della privacy on line dei minori e quella sulla creazione di un sito web della Conferenza internazionale per favorire la circolazione internazionale dei documenti e delle informazioni in materia di protezione dati.
Nell’ambito della Conferenza, il Presidente dell’Autorità Garante italiana, Francesco Pizzetti, ha affrontato il tema del diritto d’autore online e la imprescindibile necessità
di contemperare proprietà intellettuale, diritti delle imprese e tutela della riservatezza degli utenti.

, , ,

Nessun commento

Un pensiero

bandiera_italia_luttoLa SGST e lo Studio Bernieri ricordano i militari italiani uccisi a Kabul.

1 commento

Sicurezza del lavoro in Cina

RE090820XV  CHINA

Edilizia in Ccina

Ecco alcune immagini tratte da www.cinaoggi.it.

Sono scatti itineranti, acquisiti in vari contesti, in diversi momenti e luoghi differenti della Cina di oggi.

La sicurezza del lavoro appare drammaticamente dimenticata come se fosse l’ultimo dei pensieri. Lasciamo spazio alle considerazione personali. Sottolineiamo solo un aspetto:

  • l’applicazione di rigorose norme ed elevati standard di sicurezza comporta alti costi, riduce la velocità di produzione e penalizza sotto il profilo della competitività,
  • la mancata applicazione di norme e i bassi standard di sicurezza snelliscono il lavoro, aumentano la produzione ma hanno un immane costo, interamente pagato con la salute e la vita delle persone!

.

.

[svgallery name="cinaoggi"]

Tratto da QUESTO SITO Foto di Davide Iob, Matteo Damiani CinaOggi / CC BY-NC-ND 2.5

, , , , , ,

1 commento

Newsletter: nuova piattaforma e nuove funzioni

alien-mailIl sito della SGST srl si arricchisce di una nuova piattaforma di gestione delle Newsletter. Nella barra laterale, presente in ogni pagina del sito, è disponibile un piccolo box con il quale chiunque può iscriversi e ricevere le Newsletter (versione promozionale, gratuita).

Da oggi, è possibile iscriversi, aggiornare o cancellare la propria iscrizione in modo semplice, rapido ed intuitivo, grazie ad un avanzato sistema automatizzato di gestione della lista di distribuzione. Ogni operazione può essere completata in totale autonomia dall’utente. In particolare, le iscrizioni possono avvenire in modalità elementare, semplicemente inserendo il proprio indirizzo di posta. Si riceverà immediatamente una e-mail di conferma con l’informativa privacy e la richiesta di consenso al trattamento, da manifestare con il click su un apposito link.

La procedura del doppio opt-in e il trattamento completamente automatizzato è, ad oggi, la massima garanzia di protezione dei dati per gli utenti.

Infine è stata predisposta una pagina dedicata alla gestione delle sottoscrizioni alla newsletter: QUI

.

, , , ,

Nessun commento

E-Learning - è attiva la nuova piattaforma FAD

callcentergirlfadLa SGST srl è lieta di annunciare che è pienamente operativa la nuova piattaforma dedicata alla formazione a distanza (FAD) e all’E-Learning in materia di sicurezza del lavoro e privacy.

LINK ALLA PIATTAFORMA FAD

La formazione a distanza permette di assolvere all’obbligo formativo con costi ridotti, senza spostarsi dalla propria sede di lavoro, frequentando il corso in qualsiasi orario e i n totale libertà.

I corsi sono conformi alle disposizioni legislative e ministeriali in materia. Al termine di ogni corso, dopo opportuna verifica, viene emesso e stampato un attestato nominativo con valore legale..

Al momento sono attivi e acquistabili i seguenti corsi:

  1. Corso di Formazione Generale per lavoratori neoassunti
  2. Corso di Formazione Privacy nella Pubblica Amministrazione
  3. Corso di Formazione Privacy per privati

    .

    Tutti i corsi possono essere acquistati con Paypal o carta di credito direttamente online e immediatamente frequentati.

    In alternativa, è necessario  richiedere la password di iscrizione contattando la SGST S.r.l. mediante l’apposito form via e-mail o telefonicamente.

    La segreteria corsi è a sua disposizione per ogni chiarimento o informazione a riguardo al numero 02.34.11.46.

    , , , , , , , , , , , ,

    Nessun commento

    Errore di visualizzazione con Internet Explorer

    Nel sito era presente un errore che rendeva impossibile la visualizzazione con Internet Explorer. L’errore è stato corretto ed ora il sito è perfettamente funzionante con tutti i browser oggi testati.

    i browser supportati e testati sono:

    • Mozilla Firefox
    • Google Chrome
    • Internet explorer
    • Safari
    • Opera
    • Netscape
    • Camino

    ,

    Nessun commento

    Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro (ILO)

    Logo ILO 2009 Giornata mondiale sicurezzaSi celebra oggi (28/4/2009)  la Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro. Questa giornata venne  Istituita dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo). Ogni anno, il 28 aprile vede una serie di manifestazioni organizzate in tutto il mondo per promuovere la salute dei lavoratori e la prevenzione dei rischi di infortuni e di malattie professionali.

    La ricorrenza dle 2009 e’ dedicata al tema della salute sul lavoro come diritto umano fondamentale. L’evento centrale organizzato dall’Ilo, dal titolo ‘Health and life at work: a basic human right’, si svolge oggi a Ginevra ed e’ accompagnato dalla proiezione di contributi video e dall’inaugurazione di una mostra fotografica sulla sicurezza e salute sul lavoro.

    , , , , , ,

    Nessun commento

    Quando la violazione della privacy e la violazione della sicurezza del lavoro si incontrano…

    Una piccola nota di colore che permette di unire il mondo della “Sicurezza del lavoro violata” e il mondo della “Privacy violata”.

    Le pagine scritte sull’argomento Sicurezza del lavoro sono migliaia, altrettante sono le pagine riguardanti le violazioni della privacy connesse alle nuove tecnologie. Qui, in modo scherzoso ma non troppo, segnaliamo un momento di incontro, una singolarità, che permette di scrivere una pagina che tocchi, a buon diritto, entrambi i temi.

    La singolarità è presente in una delle migliaia di fotografie e riprese presenti in Google Street View (Clicca qui per maggiori dettagli).

    L’immagine in questione, contrariamente a quanto dovrebbe accadere, non è stata offuscata automaticamente e il soggetto ritratto è chiaramente visibile ed identificabile.

    Cosa sta facendo il soggetto ritratto? Probabilmente, sta montando l’unità esterna di un condizionatore su un trabattello, in violazione di numerose norme del D.Lgs 81/08, in particolare riguardanti l’uso dei ponteggi mobili (requisiti minimi di sicurezza) e i lavori in quota.

    Ecco il link alla pagina di Google Street View sopra citata (CLICCA QUI)

    Ed ecco un anteprima di Google Street View  nel box sottostante.


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Ecco un ingrandimento delle immagini presenti in Google Street View:

    Ecco il nostro eroe

    Ecco il nostro eroe

    Tutto preso nel suo lavoro

    Tutto preso nel suo lavoro

    Concentrato... ma non sulla propria sicurezza

    Concentrato... ma non sulla propria sicurezza

    Una bella panoramica

    Una bella panoramica

    Si è accorto che qualcuno lo fotografa (Google)... attento che cadi...

    Si è accorto che qualcuno lo fotografa (Google)... attento che cadi...

    C'è pure uno spettatore in prima fila!

    C'è pure uno spettatore in prima fila!

    , , , ,

    Nessun commento

    Nuove modalità per la comunicazione dell’RLS all’INAIL

    link_inail

    Questo articolo è completato da un approfondimento più recente al seguente link: APPROFONDIMENTO

    Una circolare dell’INAIL (Circolare n. 11 del 12 marzo 2009), sposta  il termine ultimo per l’invio all’Istituto del modello slitta di un mese e mezzo. L’operazione deve essere svolta mediante la nuova procedura online (o via fax).

    L’art. 18, comma 1, lettera aa) del Decreto legislativo n. 81/2008 stabilisce: “Il datore di lavoro,… deve  comunicare annualmente all’INAIL i nominativi dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza” In caso di inosservanza è prevista una sanzione amministrativa pari a 500 Euro.

    E’ quindi necessario per ogni impresa comunicare all’INAIL il nome del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. L’operazione dovrà essere realizzata via web, utilizzando il nuovo modello “Dichiarazione Rls” o, in alternativa, via fax al numero 800.657.657.

    E’ inoltre stabilito un differimento dei termini che, secondo la circolare citata, slittano al 16 maggio 2009.

    La procedura on-line sarà accessibile dal sito dell’Istituto attraverso Punto Cliente.

    La comunicazione all’INAIL dovrà riferirsi ad ogni singola azienda, o unità produttiva in cui l’azienda è articolata, e andrà effettuata entro il 31 marzo di ogni anno. Solo per il 2009, poichè si tratta della prima applicazione di nuove norme e procedure, la scadenza è fissata al 16 maggio, e i nominativi trasmessi devono “fotografare” la situazione in essere al 31 dicembre 2008.

    Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (art. 47 del Testo Unico) è eletto o designato dai lavoratori: nelle aziende in cui tale designazione non sia stata effettuata, il datore di lavoro ovviamente non dovrà procedere ad alcuna comunicazione.

    Per gli anni successivi, se non sono intervenute variazioni, l’azienda potrà semplicemente confermare la situazione già comunicata; diversamente, dovrà procedere ad una nuova segnalazione.

    Gli interessati, dunque, devono andare sul sito dell’INAIL, selezionare - previa registrazione - l’area “Punto cliente” e, successivamente, cliccare sul modello “Dichiarazione Rls” (i consulenti del lavoro potranno sostituirsi ai datori nella comunicazione, secondo una procedura semplificata per i clienti già inseriti nella “delega” INAIL del professionista). Per chi non riuscisse a orientarsi all’interno del portale dell’Istituto, basta rivolgersi a qualsiasi sede per potere essere affiancato da un operatore.

    I dati richiesti (CODICE FISCALE COGNOME NOME DATA INIZIO INCARICO dell’RLS) permetteranno, così, di individuare l’unità produttiva interessata, il nome del rappresentante per la sicurezza e la data a partire dalla quale è operativo l’incarico. Nel caso insorgessero inconvenienti durante l’inserimento telematico delle informazioni, si può chiedere direttamente il modello Rls all’INAIL o scaricarlo dal sito, e inviarlo al numero di fax 800.657.657.

    Infine, chi avesse già provveduto spontaneamente alla comunicazione tramite posta o fax è tenuto a ripetere l’invio secondo le nuove procedure stabilite dalla circolare (in caso di inadempimento è prevista, secondo quanto stabilito dall’articolo 55 del Testo unico, una sanzione di 500 euro per ogni singola violazione).

    La circolare è disponibile al seguente link:  Clicca qui

    Modello per la comunicazione del nome dell’RLS via fax:  CLICCA QUI   modulo_rls via fax

    Il manuale operativo per l’utilizzo della piattaforma puntocliente è disponibile al seguente link: Clicca Qui

    Questo articolo è completato da un approfondimento più recente al seguente link: APPROFONDIMENTO

    Breve riassunto operativo per la notifica:

    1. La comunicazione all’INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008.
    2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.
    3. Se gli RLS sono nominati (dai lavoratori) successivamente a tale data, non vanno inclusi nella comunicazione e saranno inclusi nella comunicazione del 2010.
    4. Se  gli RLS sono dimissionari, sostituiti, decaduti, ecc,  successivamente al 1/1/2009, ciò non ha alcun effetto sulla comunicazione da effettuare all’INAIL che rispecchia lo stato degli RLS al 31/12/2008.
    5. Se l’RLS era in carica durante il 2008 e si è dimesso anche solo il 25/12/2008, non va fatta alcuna comunicazione poichè risulta non essere in carica alla data del 31/12/2008.
    6. Solo l’azienda (in possesso delle proprie password per accedere all’area puntocliente dell’INAIL) o il consulente del lavoro al quale è stata data specifica delega, possono effettuare l’invio della comunicazione.
    7. Il modello via Fax può essere utilizzato solo per comprovate difficoltà tecniche relative al sito o di accesso all’area puntocliente.

    , , , , , , , , , ,

    1 commento

    Proroga al 28/2/09 per Mod. OT24 all’INAIL

    inail_103170L’INAIL, con nota 4 febbraio 2009, n. 2759, ha prorogato al 28 febbraio 2009 il termine per la presentazione esclusivamente telematica delle domande per la riduzione per prevenzione del tasso applicato dopo i primi due anni di attività (art. 24 del DM 12/12/2000).


    Limitatamente alle istanze inviate telematicamente,  i 120 giorni per la definizione dell’istruttoria verranno computati a far data dal 28/2/2009.


    E’ pertanto ancora possibile inviare il modello OT24 per richiedere il 10% di sconto sui premi inail per le aziende in regola e che presentano i requisiti necessari.

    Le aziende clienti della SGST srl hanno la possibilità di usufruire di tali sconti e, a tal fine, abbiamo distribuito con l’ultima newsletter, il modello OT24 precompilato, indicando tutte le attività di prevenzione attuate a seguito dell’ intervento di consulenza in abbonamento. Il modello OT24 debitamente compilato per le aziende clienti è scaricabile CLICCANDO QUI

    Il differimento del termine al 28 febbraio 2009 è stato disposto dall’INAIL in via del tutto eccezionale, per il solo anno in corso, in considerazione delle numerose e gravi difficoltà riscontrate dagli utenti nell’utilizzo della procedura telematica.

    Segnaliamo infine che, ad oggi, il sito www.inail.it manifesta gravi errori, mancate visualizzazioni, irraggiungibilità ed altri errori tecnici. I disserfvizi gravano anche sulle procedure telematiche di invio delle autoliquidazioni inail.

    , , , , , , , ,

    Nessun commento

    Travailler Mieux

    franceIl Governo Francese ha pubblicato un ottimo sito sulla sicurezza e sulla prevenzione nei luoghi di lavoro.

    In particolare, segnaliamo una simpatica applicazione web che presenta una impresa virtuale e, al suo interno, tutti i maggiori rischi, come prevenirli, come evitarli.

    vive la france

    Travailler Mieux.

    , , , , , ,

    1 commento

    Il sito della SGST S.r.l. e quello correlato della sua Piattaforma Corsi multimediali (http://www.studiobernieri.com/mo) utilizzano cookies tecnici e di terze parti. Pigiando il pulsante OK o semplicemente proseguendo nella navigazione sul nostro sito si acconsente all'utilizzo dei cookies e si accetta la relativa privacy policy.
    Per maggiori informazioni sui cookies utilizzati e sulla privacy policy del sito fare click qui: